mantero editorial

  • L’armatura e il sorriso

    03.09.2018

    Alessandra è una donna elegante. Lei, quando se lo sente dire, ride e minimizza. Perché si vede come un tomboy dinoccolato. E sì, è vero, lo è. È anche questo. Ma con quella fisionomia affusolata e sottile, le puoi far indossare i suoi amati jeans maschili così come un vintage di Yves Saint Laurent: il risultato è lo stesso. Sarà sempre istintivamente chic. E poi Alessandra, mamma del bellissimo Leon, due anni e mezzo di sorrisi, è quella che si dice “una donna del fare”: ha una passione nel creare con le mani delle opere di bellezza. Che siano le gonne a ruota che fa cucire dalle sue sartine, le illustrazioni che crea con l’iPad, i gioielli, le sue borse di tapestry, tessuti di ricerca e passamaneria – il marchio si chiama Italian for Italy - o piccoli lavori di bricolage in casa, lei quando si sente “artigiana” è contenta. Nata a Milano, studi in scenografia e design di moda, è una creativa empatica. “Sono partita dalla moda ma strada facendo ho appreso il piacere del lavoro manuale: ho imparato tutto da autodidatta, non sono mai andata a bottega. Per anni mi sono avvicinata alle filosofie orientali, allo yoga e alla meditazione, oggi trovo molto utile meditare “facendo”. Nella gestualità io trovo l’equilibrio”.

    Leggi di più
  • Quando una Firma segue la storia

    03.08.2018

    Nel 1902 nasce la “Ditta Riccardo Mantero”. Da allora fino ai giorni nostri, le diverse fasi dell’azienda si intrecciano con le pagine della Storia Italiana. 116 anni di crescita, trasformazioni e meravigliose creazioni. Creazioni sulle quali ha sempre trovato spazio il nome Mantero. Nome la cui scrittura negli anni è stata interpretata e rivisitata seguendo l’alternarsi delle generazioni, le mode, le necessità di comunicazione fino ad arrivare alle versioni attuali: logo Aziendale e logo del Brand Mantero 1902

    Leggi di più
  • The Contemporary chic

    28.06.2018

    Appuntamento in zona Tortona a Milano, ospiti dello studio di progettazione di Nathalie e Virginie Droulers, gemelle cosmopolite, nate a Como e cresciute nel bello e nell’unicità del dettaglio. Insieme, ognuna col suo flair, progettano e arredano case, negozi, hotel e barche di lusso. Con un gusto apprezzato in tutto il mondo. Gemelle. Uguali. Diversissime. Dirigono a Milano lo studio Droulers Architecture, “laboratorio” di progettazione di lusso di respiro internazionale (con solide radici nel buon gusto e nella manifattura italiana) che si occupa di architettura e interior design. Amano l’alto artigianato, la pulizia formale, l’eleganza silenziosa che rende uno spazio contemporaneo, sempre. Sono sorelle al cubo, come solo le gemelle possono essere, si amano da morire, litigano come non mai, si intendono con uno sguardo. Una, Virginie, laurea in Design Grafico alla Parsons di NYC, taglio cortissimo, piglio agile e décontracté, è quella che tratta di interiors, palette, accostamenti. L’altra, Nathalie, laureata in Architettura al Politecnico di Milano, una blusa di seta e la foto dei figli (due gemelli) sull’iPhone, è quella delle “strutture”: se volete tirare su una casa o ristrutturarla da cima a fondo, è a lei che dovete chiedere. In un assolato pomeriggio, tra sete, orchidee e borse colorate, ci hanno raccontato un po’ della loro vita e della loro idea di charme.

    Leggi di più

Artigianalità e savoir faire, energia e creatività sono il fil rouge di tutte le collezioni Mantero, dal 1902.