News & Progetti

Ecco una collezione, ampia e variegata, all’insegna del colore e dei contrasti.

Siamo finalmente in estate e le stampe entrano con entusiasmo nella collezione, andando a impreziosire i tessuti più semplici e ad arricchire ulteriormente con effetti ottici preziosi jacquards.

I tessuti di base alternano due registri: dagli aspetti metallici, luminosi, preziosi ed evanescenti (con i tulle, le organze, i devorati) agli aspetti più materici e “shabby” con fiammature, rafie, strutture corpose.

Le stampe giocano su tematiche e colori sempre con un’idea di contrasto: dai pastello di sapore ’50, schiariti e talvolta decolorati benché brillanti, ai caldi, naturali e sabbia, fino ai colori più forti e decisi declinati con coraggiosi abbinamenti sulle proposte floreali. In ogni tema colore, motivi più classici e fusi vengono “rotti” a sorpresa da pattern decisamente eclettici, importanti come dimensioni, colori e forza del tratto. Richiami alla natura ma anche geometrie e disegni ornamentali per una proposta che risponde alle esigenze più ampie sia come pesi e lavorazioni sia come motivi e colori.

La collezione jacquard affascina, ammalia e conquista. I tinti pezza sono declinati nelle nuance dei sorbetti e sono discreti, fluidi e apparentemente semplici ma poi arriva il mondo del tinto in filo che sconvolge per la forza del colore e ancora una volta sorprende per il virtuosismo.

Troviamo tanti effetti ricamo, giochi di trasparenze, disegnature a fasce, motivi con grandi campiture. E poi effetti lucidi, brillanti, bassorilievi, effetti plissé. E poi tessuti a tre strati, il metallo che fa capolino su tessuti pesanti e “rustici” o rende quasi techno la materia tessile e viene proposto anche con colori, iridescenze, madreperlati e anticati. Non mancano i fil coupé che, oltre a straordinarie proposte che colpiscono per disegno e colore, stupiscono e sorprendono con cimature realizzate dopo la stampa. Ci sono tante proposte sfumate e dal sapore chiné e poi, per stare al passo con questi tempi così strani, un mondo “scomposto”: il pelo scimmia che crea quasi delle piume, i tubici con i motivi di fli flotté con rientri diversi, le organze fil coupate e mosse grazie al doppio subbio, i flap.

La collezione degli uniti è ampliata, arricchita e impreziosita: un doppio sablé di cotone, l’honan di seta lasciato a crudo, gli armaturati in cotone seta e acciaio, l’organza di seta e cotone e un taffetà tricangiante.